09 ott 2012

Licenziamento per violazione comune etica o vivere civile. La Massima

CASSAZIONE SEZIONE LAVORO 18 FEBBRAIO 2011  N. 4060
LICENZIAMENTO – NOZIONE GIUSTA CAUSA - CONTRATTO COLLETTIVO -
La giusta causa di licenziamento è nozione legale e il giudice non è vincolato dalle previsioni del contratto collettivo; ne deriva che il giudice può ritenere la sussistenza della giusta causa per un grave inadempimento o per un grave comportamento del lavoratore contrario alle norme della comune etica o del comune vivere civile ove tale grave inadempimento o tale grave comportamento, secondo un apprezzamento di fatto non sindacabile in sede di legittimità se congruamente motivato, abbia fatto venire meno il rapporto fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore; per altro verso, il giudice può escludere altresì che il comportamento del lavoratore costituisca di fatto una giusta causa , pur essendo qualificato tale dal contratto collettivo, in considerazione delle circostanze concrete che lo hanno caratterizzato.

Nessun commento:

Posta un commento